Al Centro cardiologico di Taormina una bimba di soli 3 mesi operata al cuore con la procedura “ibrida”

Un intervento al cuore straordinario e innovativo che ha salvato la vita di una bimba di 3 mesi e mezzo. L’operazione è stata portata a termine con successo, il 24 luglio, al Centro Cardiologico Pediatrico del Mediterraneo di Taormina. Il CCPM è una realtà nata grazie alla convenzione tra la Regione Sicilia e l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, che gestisce la struttura. La novità è rappresentata dalla procedura “ibrida” (cioé effettuata da cardiologi interventisti, cardiochirurghi e anestesisti, che hanno lavorato tutti insieme in una sala operatoria), che per la prima volta è stata utilizzata su una paziente così piccola. Grazie a questo metodo innovativo è stato possibile correggere la cardiopatia congenita della bambina, senza nemmeno dover fermare il cuore. L’intervento è andato a buon fine grazie alla modernissima sala ibrida di emodinamica, che è stata ristrutturata proprio a seguito della convenzione fra OPBG e Regione. Se l’operazione ha avuto buon esito, però, è anche merito dell’elevata specializzazione del personale medico, infermieristico e dei tecnici. Nella struttura, infatti, si sta cercando di implementare questo tipo di procedura, che consente di affrontare rapidamente molte patologie riducendo lo stress e gli interventi a rischio elevato.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*