Alitalia, tariffe agevolate per raggiungere il Bambino Gesù

Biglietti pagati a metà prezzo per i pazienti e per un accompagnatore e nessuna penale in caso di modifica della prenotazione.

Grazie a un accordo con Alitalia, chi ha prenotato una visita, un esame o un ricovero presso l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù potrà avvalersi di una riduzione del 50% sul prezzo del biglietto andata e ritorno del volo nazionale, su qualsiasi classe, per il viaggio verso Roma Fiumicino. La tariffa agevolata, come detto, è valida per il paziente e per un accompagnatore. Inoltre, in caso di variazione dell’appuntamento ospedaliero, sarà consentito modificare le date della prenotazione senza penali.

Il viaggio diretto a Roma Fiumicino potrà iniziare dai seguenti scali serviti da Alitalia: Alghero, Bari, Cagliari, Crotone, Brindisi, Catania, Napoli, Palermo, Pescara, Milano, Reggio Calabria, Lamezia Terme, Trieste.

Per usufruire della convenzione – dopo aver prenotato una visita, un esame diagnostico o un ricovero presso il Bambino Gesù – bisogna rivolgersi all’agenzia viaggi Peregrinatio ad Petri sedem, contattandola ai seguenti numeri 06.6988.5962 – 06.6988.5862; via fax 06.6988.5795 o tramite e-mail aereo@peregrinatio.va.

Oltre al Bambino Gesù, possono usufruire della convenzione Alitalia anche i pazienti dell’Istituto Ortopedico Galeazzi, del Policlinico San Donato, dell’Ospedale San Raffaele, dell’Istituto Neurologico Carlo Besta, dell’Ospedale Pediatrico “Istituto Gaslini” di Genova, dell’Istituto Europeo di Oncologia (IEO) e l’Istituto Clinico Humanitas di Milano.

3 Risposta per ora

  1. giovanni scrive:

    Benissimo. Credo che tutti al mondo hanno un cuore e non solo gli affare nella testa. Complimenti alla direzione Alitalia e a tutto il suo personale, dirigente e non, che in tal modo merita un sicuro plauso per la solidarietà avanzata nei confronti di chi ne ha più bisogno, a prescindere delle loro possidenze economiche, che sicuramente queste non risolvono i gravi problemi di salute. Grazie. Cav. Giovanni LISCOTTI.

  2. azza scrive:

    Volevo solo sapere perche non possono approfitare di questa offerta gli bambini stranieri che hanno la leucemia e che hanno scelto di farsi curare in italia perche non si poteva fare nel loro paese sopratutti quelli che hanno altri bambini rimasti al paese senza mama o senza papa
    Vi ringrazio per la risposta.

    • associazionebambinogesu scrive:

      Ciao Azza,
      si tratta di una convenzione che Alitalia ha stretto con l’Ospedale e che allo stato attuale prevede le partenze da alcune città selezionate, purtroppo non è possibile organizzare la stessa iniziativa a livello mondiale.
      Ti ringraziamo in ogni caso per la tua preziosa sollecitazione, ti facciamo i migliori auguri.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*