Allergia al latte, se ne parla al Bambino Gesù

L’allergia al latte è un fenomeno che riguarda una percentuale di bambini che oscilla fra l’1,9% e il 2,5%. Proprio questo tema sarà al centro di un convegno che si svolgerò il 29 ottobre presso l’Auditorium della sede di San Paolo Fuori Le Mura del Bambino Gesù.

“L’allergia alle proteine del latte vaccino”, questo è il nome dell’evento, prenderà il via alle 9:00, e vedrà la partecipazione di esperti e ricercatori italiani.

Nessun mammifero consuma il latte dopo lo svezzamento e forse non è un caso. Crescendo, il latte non viene più digerito: in alcune etnie, come quelle originarie dell’Africa, fino al 100% delle persone è incapace di digerire il lattosio. Viceversa, in Finlandia e tra le popolazioni ugrofinniche la tolleranza è del 90%.

In Italia la percentuale di bambini allergici al latte, rispetto al dato internazionale, è più bassa ed è pari allo 0,8%. Nel corso del convegno si parlerà anche di come gestire l’allergia. Le tappe per farlo, spiega il portale del Bambino Gesù, sono tre: sospettarla, diagnosticarla, proporre una dieta adeguata. Non in tutti i Paesi, però, si interviene nello stesso modo: negli Stati Uniti d’America, ad esempio, ci sono bambini che vengono curati per anni per allergia al latte senza avere seguito un appropriato iter diagnostico. In Italia sono pochi i centri che seguono un iter completo e i test non sempre vengono eseguiti alla stessa maniera.

Per dare un indirizzo comune, l’Organizzazione Mondiale dell’Allergia (Wao) ha preso l’iniziativa di linee-guida globali sull’allergia al latte: in uso da 2 anni, già si prevede la data della loro revisione, il 2015.

L’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e l’Università La Sapienza stanno sperimentando una nuova formula idrolisata di proteine del latte che potrebbe offrire sensibili vantaggi per i bambini allergici. Anche questo sarà uno degli argomenti sul quale si confronteranno i ricercatori italiani nel corso del convegno.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*