Bambini e tv, istruzioni per l’uso

La tv non è una babysitter e bisogna evitare che i bambini stiano troppo a lungo davanti allo schermo. Sul portale dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, ci sono utili suggerimenti per un uso equilibrato del tubo catodico da parte dei più piccoli.

“Guardare la televisione è un attività di tipo sedentario – spiega Il dottor Gianni Biondi, responsabile del Servizio di Psicologia Pediatrica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù -, alla quale non si deve dedicare troppo tempo e, soprattutto, deve essere intervallata dal gioco, dalla lettura, dallo sport e dal dialogo”.

Un’abitudine da scoraggiare nel bambino è quella di addormentarsi davanti al televisore, in camera o sul divano. Altrettanto dannoso è consentire a vostro figlio di tenerla accesa come “sottofondo” mentre studia o fa i compiti perché – dice il dottor Biondi – “può ostacolare la concentrazione e far aumentare la stanchezza”.

Condividere la visione di programmi è importante. Spesso, infatti, anche spettacoli adatti ai bambini devono essere spiegati o possono non essere adatti. Potete trovare ulteriori suggerimenti a questo indirizzo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*