Bambino Gesù, un video ripercorre i successi nei 30 anni come Irccs

Era il 13 maggio del 1985 quando il Bambino Gesù otteneva dal Ministero della Salute il riconoscimento come IRCCS, che attesta il livello di eccellenza sanitaria finalizzata alla ricerca prevalentemente clinica e traslazionale, cioè capace di trasferire immediatamente i risultati sul letto del paziente. Il 13 maggio 2015, in una conferenza, sono stati ripercorsi i momenti più importanti di questa storia.

Proprio in questa occasione è stato proiettato un video (che potete vedere in fondo all’articolo) che raccoglie le immagini e i risultati raggiunti in questi tre decenni, Dal primo trapianto di cuore all’avatar del paziente pediatrico.

“Quella del Bambino Gesù – ha sottolinea il presidente Mariella Enoc nel corso della conferenza – è una storia che parte da molto lontano e che guarda con grande coraggio al futuro. È la dimostrazione della possibilità, nell’ambito della sanità e della ricerca di matrice cattolica, di raggiungere livelli di eccellenza e di avanguardia, sempre rispettando la dignità della persona umana. Ma abbiamo la responsabilità di portare avanti questa ricerca e di condividerne i risultati per far sì che siano un patrimonio diffuso, accessibile a tutti. E’ anche per questo che a breve ufficializzeremo la nascita di una nuova Fondazione dell’Ospedale, che avrà il compito di rilanciare l’attività di ricerca cercando di organizzare e individuare nuovi possibili canali di finanziamento e di raccolta fondi”.

Post Tagged with ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*