Binge drinking, i pericoli dell’alcool secondo gli esperti del Bambino Gesù

Il “binge drinking” consiste nell’ assunzione di cinque o più bevande alcoliche in unico intervallo di tempo più o meno breve, meglio se a stomaco vuoto, con il solo scopo di raggiungere l’ubriacatura. È un tipo di comportamento che viene attuato in genere tra i più giovani per sentirsi accettati dal gruppo e non venirne esclusi.

Recenti dati Istat hanno evidenziato come più del 65% della popolazione cominci a consumare alcool dopo i 14 anni, dato molto preoccupante anche in considerazione del fatto che chi inizia a bere prima dei 16 anni sviluppa una probabilità quattro volte superiore di diventarne dipendente in età adulta.

Una pratica quindi molto pericolosa per la salute che, sottolineano gli esperti del Bambino Gesù, rischia di mandare in coma etilico molti ragazzi. Al potenziale rischio si devono inoltre aggiungere i danni provocati a carico di fegato, stomaco e cuore. Anche mettersi alla guida dopo l’assunzione di alcool comporta una minaccia non solo per la propria incolumità ma anche per quella di altre persone.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*