Broncoscopia, una metodica per la cura delle patologie delle vie aeree

La broncoscopia consente di esplorare le vie aeree mediante l’introduzione di una strumentazione rigida (broncoscopio) o flessibile (fibrobroncoscopio) ed è ideale per la diagnosi e il trattamento di malformazioni delle vie aeree, di patologie infettive laringo-tracheo-bronchiali, la rimozione di corpi estranei e il monitoraggio e lo studio dei pazienti sottoposti a trapianto polmonare.

Durante la visita il paziente deve essere posto in posizione supina con il capo iperteso per poter procedere all’introduzione della strumentazione attraverso laringe e trachea. L’attrezzatura rigida o flessibile consente di poter operare evitando il ricorso ad una chirurgia maggiormente aggressiva.

Il tempo di degenza medio è tra è i 3 e i 7 giorni. La metodica richiede traning formativi specifici e un’équipe anestesiologico-infermieristica dedicata. Per il trattamento è consigliabile rivolgersi sempre a centri di riferimento specifici per la pediatria.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*