Carnevale: i consigli del Bambino Gesù sulla corretta alimentazione – FOTO

Martedì grasso, si sa, è un giorno atteso da grandi e piccini sia per l’allegria delle maschere e dei festeggiamenti, sia per i peccati di gola concessi con più libertà. Dalle frappe alle castagnole, fino alle “chiacchiere” sono diversi i dolci tipici carnevaleschi, quasi tutti con impasto a base di farina, acqua, uova e zucchero che viene poi fritto.

Essendo dolci piuttosto pesanti, spesso le mamme li proibiscono ai bambini in sovrappeso. Il consiglio degli esperti del Bambino Gesù è di non portare avanti proibizionismi e divieti sul cibo, ma un percorso in cui il bambino possa diventare protagonista della sua crescita. Il Carnevale, in questo modo, da festa “a tempo” che inizia e finisce sarà per il bambino anche occasione di conoscenze e acquisizioni permanenti, opportunità di nuove conoscenze, piacevoli apprendimenti e validi comportamenti.

Il genitore dovrà scegliere, per le preparazioni dei dolci fatti in casa, materie prime sane e di qualità. I giorni di martedì e giovedì grasso, se il bambino parteciperà alle feste, sarà opportuno guidarlo a non esagerare nelle porzioni dei dolci assunti e delle bevande zuccherate. Per compensare qualche dolcino di troppo non è un comportamento utile saltare il pasto, imporre digiuni o regimi alimentari restrittivi, ai bambini come agli adulti.

Utile l’adozione di un menù unico familiare, sano e leggero, condiviso da tutti i componenti della famiglia, a base degli alimenti della nostra dieta mediterannea. In questo modo la famiglia, come in tutti gli ambiti della vita dei piccoli, diventa un modello educativo attraverso la condivisione e l’esempio.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*