Centomila notti gratuite per i familiari dei piccoli pazienti del Bambino Gesù

Oltre 100 mila notti gratuite negli alberghi della capitale e in altre strutture ricettive, per le famiglie dei piccoli pazienti ricoverati. 4500 nuclei familiari coinvolti nei progetti di assistenza. 1700 mediazioni culturali svolte in 90 lingue diverse. 2500 bambini inseriti nel programma di scuola in ospedale.

È il bilancio delle attività di accoglienza per le famiglie e i piccoli pazienti messe in campo nel 2012 dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. presentato in occasione della Giornata Mondiale del Malato. Nel mese di gennaio 2013, inoltre, sono stati già inaugurati tre nuovi progetti già inaugurati: la “Casa della Cicogna”, un’area dentro l’ospedale del Gianicolo dotata dei comfort di un vero appartamento – camere, bagni, cucina attrezzata – destinata ad accogliere le mamme che allattano.

“Il Cielo in una stanza”, una sala pensata per garantire alle mamme in particolare momenti di tranquillità e coinvolgerle in attività rilassanti come la lettura o l’ascolto della musica. Infine, la “Stanza emergenze” per accogliere le famiglie che arrivano in emergenza in ospedale durante la notte. In cantiere per la fine dell’anno un parco giochi ad hoc per bimbi disabili nella sede di Palidoro.

“L’accoglienza del paziente e della famiglia, fin dal primo contatto con l’Ospedale, è considerato un aspetto fondamentale del processo di cura –  ha dichiara Massimiliano Raponi, direttore sanitario del Bambino Gesù -. Tra le iniziative di recente introduzione, il coinvolgimento delle associazioni di genitori nei comitati dell’Ospedale e la scheda di educazione del paziente e dei familiari nella cartella clinica: entrambe rappresentano un concreto esempio di orientamento all’eccellenza e di miglioramento continuo della qualità assistenziale”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*