Dimesso il sedicenne con un cuore artificiale permanente

Ha ricevuto un cuore artificiale e ieri è tornato casa. Il ragazzo di sedici anni, affetto da distrofia di Duchenne ha fatto ritorno a Giardini Naxos, in provincia di Messina.

Il giovane paziente è stato operato al Bambino Gesù, dopo essere stato curato nel centro cardiologico pediatrico del Mediterraneo di Taormina diretto da Giacomo Pongiglione, dove è stato ricoverato fino al 20 ottobre scorso.

A eseguire l’intervento è stato operato dall’equipe del dottor Antonino Amodeo.  Si tratta del terzo intervento al mondo di questo genere.

Il Bambino Gesù collabora con il centro cardiologico del Mediterraneo da due anni mezzo, grazie a una convenzione per la collaborazione stipulata dalla Regione Sicilia con l’ospedale romano.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*