Due nuovi sistemi radiologici donati al Bambino Gesù

Un sistema radiologico telecomandato e uno misto con rilevatori integrati da parete e da tavolo, entrambi con soluzioni wireless.

Sono le apparecchiature diagnostiche digitali di ultima generazione donate da Telecom Italia all’ospedale pediatrico Bambino Gesù per la struttura di San Paolo fuori le Mura a Roma, nel dipartimento per immagini. Le nuove macchine sono state presentate ieri nel corso di un evento a cui hanno partecipato numerosi nomi noti dello spettacolo che, successivamente, hanno visitato l’Ospedale. Fra questi il Gabibbo, Milly Carlucci, Flavio Insinna, Guillermo Mariotto, Fabrizio Frizzi.

I vantaggi delle nuove apparecchiature si sintetizzano nel concetto di digital separability, cioè nel miglioramento della qualità attraverso la gestione dei dati digitali analizzati nelle differenti fasi del processo. Il dipartimento ha eseguito il maggior numero di esami pediatrici in Italia, 134 mila. La seconda radiopediatria italiana ne ha eseguiti 70mila.

“Competenze tecniche, esperienze professionali e utilizzo avanzato delle nuove tecnologie sono gli ingredienti per l’eccellenza assistenziale – dichiara Giuseppe Profiti, Presidente dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – Ma si tratterebbe di un percorso incompleto se a queste tre componenti non se ne aggiungesse un’altra: l’attenzione e la dedizione verso il destinatario, protagonista dell’esperienza della cura, il bambino. Questa la leva di valore che muove i nostri professionisti ed è la stessa leva che abbiamo ritrovato nello spirito con cui Fondazione Telecom ha affiancato l’Ospedale non tralasciando di consegnare ai piccoli pazienti del Bambino Gesù – insieme a nuove opportunità di diagnosi e cura ad alta tecnologia – anche tanti sorrisi per merito degli artisti e dei personaggi coinvolti in questa festa”.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*