Emangiomi infantili, pubblicate le raccomandazioni europee

Elaborate da un gruppo di undici esperti internazionali, sono state pubblicate sulla rivista scientifica European Journal of Pediatrics, le prime raccomandazioni europee per gli emangiomi infantili, con l’apporto, tra gli altri, di due specialisti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Una delle novità più importanti è l’indicazione, per la prima volta in Europa, all’uso pediatrico del propranololo come farmaco orale al posto del cortisone per la maggiore efficacia e per i minori effetti collaterali.

Gli emangiomi infantili colpiscono mediamente il 3,5% della popolazione pediatrica entro il primo anno di vita con una casistica in prevalenza femminile. Si manifestano in varie parti del corpo con macchie chiare o rosse con superficie e bordi irregolari che aumentano progressivamente di volume, intensità di colore e consistenza fino ai sei-sette mesi di vita. La maggior parte regredisce spontaneamente senza bisogno di cure. Nel 10-12% dei casi, invece, diventa necessaria una terapia.

La cura con propranololo orale dura 6 mesi e si può ripetere in caso di recidive. Il farmaco è disponibile negli USA in tutti i Paesi europei esclusi Spagna e Italia, dove è atteso entro la fine del 2015. In presenza di controindicazioni alla somministrazione diventa necessario ricorrere al cortisone, la chirurgia rimane l’ultima opzione.

Le raccomandazioni pubblicate sulla rivista forniscono inoltre indicazioni su come va controllato il bambino durante la terapia, dando informazioni al genitore per gestire a casa l’andamento della malattia e prevenire effetti collaterali legati al trattamento.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*