“Filantropia con Edonè”, una serata di solidarietà per l’Associazione Bambino Gesù Onlus

Una serata all’insegna della birra artigianale, del buon cibo e della solidarietà. Si può descrivere così “Filantropia con Edonè” la cena solidale che si è svolta a Roma venerdì scorso. L’evento ha inaugurato una partnership fra l’Associazione Bambino Gesù Onlus e la società di enogastronomia a kilometri zero “Sapori a casa tua”.

Le due realtà hanno deciso di unire forze per sostenere l’acquisto di una nuova Tac per la sede di Palidoro dell’OPBG.

Per raggiungere questo obiettivo “Sapori a casa tua” a deciso di devolvere parte del ricavato dalla vendita della birra artigianale Edonè (prodotta nel Lazio con l’utilizzo di prodotti locali a filiera corta) alla onlus dell’Ente pediatrico romano.

Tornando alla serata di venerdì,all’evento, durante il quale è stata presentatala partership, hanno partecipato oltre 70 persone.

“E’ un evento storico quello celebrato dall’Associazione Bambino Gesù questa sera – ha detto il presidente dell’Associazione Bambino Gesù Onlus, Luca Benigni – per la prima volta nella sua storia, l’associazione ha sottoscritto una partnership commerciale in nome della solidarietà. Abbiamo scelto di aderire a questa iniziativa che ha l’obiettivo di rafforzare sempre più il legame dell’Ospedale Bambino Gesù con il territorio romano e questa iniziativa, va in questo senso”.

“La birra Edonè è un prodotto artigianale che tende proprio a promuovere la riscoperta dell’enogastronomia laziale. L’importante – ha concluso in modo scherzoso Luca Benigni – è bere sempre responsabilmente”.

Durante la serata è intervenuto anche il dottor Lorenzo Borghese, responsabile delle Missioni Internazionali dell’Ospedale Bambino Gesù, cui l’Associazione lo scorso anno donò i fondi per l’acquisto di un pulmino per il progetto OPBG in Giordania.

A “Filantropia con Edonè” hanno partecipato, tra gli altri, lo stilista Sandro Ferrone, l’avvocato generale della Corte d’Appello Antonio Marini e Angelo Mancinelli, socio fondatore di “Sapori a casa tua”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*