Freddo, i consigli dell’esperto del Bambino Gesù

“Evitare di restare tutto il giorno chiusi dentro casa durante i giorni più freddi, sfruttando per esempio le ore più calde della giornata e un appropriato abbigliamento invernale non aumenterà le probabilità di prendersi un bel raffreddore e – anzi – diminuiranno le occasioni di entrare in contatto con virus che attaccano le vie respiratorie”.

Il consiglio arriva dal dottor Antonino Reale, responsabile del Pronto Soccorso ed Emergenza dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma. Secondo Reale, dunque, per evitare le trappole del freddo ed evitare malanni ai più piccoli, è molto meglio coprirli bene e farli uscire un po’ di casa, invece di restare chiusi in un ambiente caldo, in cui i virus prolificano e si diffondono con maggiore facilità.

Per l’esperto del Bambino Gesù, inoltre, la classica vestizione “a cipolla” conserva intatta la sua validità. È opportuno, infatti, quando si entra in ambienti più caldi alleggerire i vestiti, per evitare che le eccessive variazioni termiche possano favorire  il nascere di infezioni, specie virali.

Per quanto riguarda l’alimentazione, invece, secondo il dottor Reale, nei giorni di freddo è consigliato aumentare l’apporto calorico del bambino per far fronte alle diverse richieste metaboliche

Attenzione infine ai piccoli con patologie croniche. Per chi soffre di cardiopatie o anemie croniche, in caso di freddo particolarmente intenso, spiega l’esperto, devono essere osservate maggiori precauzioni. In questi casi, quindi, è sconsigliato recarsi in montagna a quote elevate.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*