Gli oggetti soffocanti estratti al Bambino Gesù diventano un’opera d’arte

Dall’ingresso dell’Unità di chirurgia ed endoscopia digestiva del Bambino Gesù al Moma di New York. È l’originale storia dell’armadietto degli oggetti soffocanti che i medici dell’Ente pediatrico romano hanno estratto nel corso dagli anni dai bambini che li avevano ingeriti.

Invece di gettare via i reperti, i dottori hanno deciso di conservarli e catalogarli realizzando una vera e propria collezione di stranezze, esposta in vetrina, per dare una testimonianza  del loro lavoro. Qualcuno, attirato da quella particolare realizzazione, ha scattato una fotografie e l’ha inviata al celebre museo di arte moderna americano. La vicenda è stata raccontata da il Giornale.it, ecco il link alla notizia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*