Grasso addominale, i rischi e la misurazione del girovita

Il grasso addominale è in grado di segnalare il rischio cardiovascolare e metabolico potenziale. Il pericolo per un bambino obeso di diventare un adulto con la stessa problematica aumenta con l’avanzare dell’età ed è direttamente proporzionale alla gravità dell’eccesso ponderale.

Durante i primi dieci anni di vita, il contenuto delle cellule adipose viene rinnovato per più di sei volte. Nelle cellule degli obesi invece il rimodellamento subisce un alterazione e un rallentamento dovuto alla richiesta di immagazzinamento dei grassi, in particolare dei trigliceridi.

Per questo motivo una corretta misurazione della circonferenza addominale può sicuramente essere utile per capire meglio il livello di rischio a cui si va incontro. Per effettuare il rilevamento il centimetro va posizionato sulla pelle nella posizione a metà tra il margine inferiore dell’ ultima costola e il margine superiore della cresta iliaca anteriore. Il risultato va poi confrontato con i valori di riferimento per l’età pediatrica.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*