I consigli del Bambino Gesù per un’estate sicura

Arriva l’estate e per i più piccoli cominciano le giornate di sole, mare, vacanze e divertimento. Per i genitori, invece, iniziano anche le preoccupazioni per i propri figli.

Tra i rischi del caldo, il sole eccessivo, influenze di stagione e vaccinazioni bisogna prestare molta attenzione alla salute dei bambini. Gli specialisti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù hanno scritto un vademecum per i piccoli viaggiatori in cui sono segnalati tutti i i tipi di rischi ai quali si può andare incontro durante la stagione estiva, e le possibili soluzioni.

LE VACCINAZIONI

Se avete in programma viaggi all’estero meglio stare attenti al proprio stato vaccinale e informarsi su quali sono le vaccinazioni richieste in quel determinato Paese. Quelle più diffuse riguardano la febbre tifoide, l’epatite A, la febbre gialla, la vaccinazione antitubercolare (somministrabile fin da neonati), quella per meningococco, quella contro l’encefalite giapponese (in caso di soggiorno prolungato nelle zone rurali di paesi come Cina, Giappone, Filippine, India, Laos) e la vaccinazione per l’encefalite da zecche (presente in molti paesi dell’Europa centrale).

PROTEGGERSI DAL SOLE

I bambini sono più esposti ai rischi che una prolungata esposizione al sole comporta: la melanina è presente in quantità ridotta nei primi anni di vita, per poi aumentare con la crescita. Gli effetti delle radiazioni ultraviolette si dividono in precoci e tardivi: tra i primi vi sono aspetti positivi (azione antirachitica con la produzione di vitamina D, riscaldamento del corpo, effetto antidepressivo) e negativi (eritema solare), mentre negli effetti tardivi si segnalano il miglioramento di alcune dermatosi (come la vitiligine) l’invecchiamento della pelle  e l’insorgenza di tumori della pelle legati all’esposizione prolungata a raggi ultravioletti A e B. L’esposizione intensa al di sotto dei 15 anni può causare effetti più dannosi e facilita la formazione di tumori, quindi è bene proteggersi fin da piccoli.

Tra gli accorgimenti: evitare l’esposizione dalle 11:30 alle 15:30, soprattutto in posizioni immobili (quindi evitare di far addormentare il bambino al sole), non usare prodotti casalinghi o potenzialmente fotosensibilizzanti come farmaci, spray, profumi, essenze, applicare le creme protettive ogni due ore e dopo il bagno, non considerare l’ombrellone o l’acqua come protezione efficace.

I MEDICINALI DA PORTARE CON SE’

Non riempite la valigia di tanti farmaci, portate con voi solo quelli indispensabili o di largo uso. Consigliati: un antipiretico-analgesico, sali reidratanti, antistaminici in gocce, farmaci anticinestosico per il mal d’auto o di aereo, soluzione fisiologica per detergere ferite o pulire il naso, un antisettico per le piccole ferite e una crema antistaminica per lenire il dolore delle punture d’insetto. Se andate al mare, meglio portare prodotti a base di ammoniaca per le irritazioni da meduse, creme reidratanti e solari.

MANGIARE SANO E LEGGERO

Frutta e verdura sono i cibi più consigliati per l’estate, per l’apporto di sali minerali, acqua e vitamine che forniscono al nostro organismo. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda il consumo di almeno 400 grammi di frutta e verdura al giorno, per prevenire cancro, diabete e obesità. I vegetali rossi (peperoni, fragole, pomodori) proteggono il cuore e rafforzano la memoria; quelle verdi (insalate, zucchine, broccoli, kiwi) proteggono le ossa, i denti, gli occhi e riducono l’affaticamento; quelli giallo-arancioni (zucca, mais, albicocche, pesche, meloni) rinforzano il sistema immunitario grazie alla vitamina C e al betacarotene.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*