I consigli per proteggere gli occhi dei bambini in estate

Estate non significa  (purtroppo) solo mare, sole e vacanze. Per i genitori vuol dire anche attenzione verso la salute dei propri bambini, soprattutto con i rischi tipici della bella stagione. L’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù consiglia qualche piccolo accorgimento per evitare problemi agli occhi.

Una buona protezione è data dagli occhiali da sole con filtri protettivi UVA e UVB, nel rispetto  dei requisiti di sicurezza stabiliti dalla direttiva comunitaria 89/686/CEE.  Attenzione: al momento dell’acquisto controllate se sulla confezione (o sugli occhiali stessi) sono presenti:

- La marcatura CE

- La nota informativa che riporta nome e indirizzo del produttore, categoria del filtro solare, tipo di filtro solare, classe ottica, istruzioni di impiego, pulizia e manutenzione.

Se al bambino entra della sabbia nell’occhio, bisogna lavare attentamente con acqua corrente (non di mare) evitando che il piccolo si strofini con le dita, perché potrebbe provocare un’abrasione della cornea. Se il fastidio persiste, recarsi da un oculista che può procedere alla rimozione del resto della sabbia girando la palpebra, per controllare anche un’eventuale irritazione corneale.

In piscina, invece, il rischio è quello di arrossamento e prurito degli occhi a causa del cloro: un effetto abbastanza normale, ma che se supera le due ore dal bagno, va corretto con del semplice collirio decongestionante (consigliati quelli a base di camomilla). Se il bruciore è più elevato, utilizzare collirio vasocostrittore o anti infiammante.

1 Risposta per ora

  1. [...] Al mare bisogna prestare tanta attenzione ai bambini, non solo per i rischi legati agli occhi e alle punture di animali e meduse, ma anche per la protezione delle orecchie. Sabbia, acqua marina [...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*