I numeri dell’accoglienza del Bambino Gesù

Un bilancio più che positivo, quello tracciato dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù sulle attività di accoglienza del 2014 rivolte ai piccoli pazienti e alle loro famiglie. I numeri, presentati in occasione della Giornata Mondiale del Malato, parlando da sé: 103 mila pernottamenti gratuiti in 190 stanze di albergo o di altre strutture ; 4500 nuclei famigliari coinvolti in progetti di assistenza, di cui 2500 seguiti dal Servizo sociale (il 60% dei quali italiani).

La “terapia dell’accoglienza” portata avanti dall’Ospedale della Santa Sede ha dato i suoi frutti, attraverso una rete di servizi correlati dedicati ai propri pazienti e alle loro famiglie. Ad esempio attraverso il programma “Tappeto Rosso” sono state trasferite a Roma dalle sedi regionali del Bambino Gesù 109 famiglie, mentre altri 472 nuclei di altre regioni sono stati affiancati dagli Angeli Custodi: tutor che si occupano di attività di supporto durante tutto il percorso, dalla sistemazione in alloggi al counseling di ogni tipo. Attenzione anche alle famiglie straniere: nel 2014 sono state efettuate 1800 mediazioni culturali in 37 lingue diverse.

Grazie all’aiuto di 100 associazioni di volontariato accreditate, all’interno dell’Ospedale sono promosse e organizzate continuamente attività a sostegno di bambini e genitori, in particolare la “Scuola in Ospedale”. Nelle sedi di Roma-Gianicolo, Palidoro e Santa Marinella i pazienti possono seguire lezioni tenute da insegnanti provenienti da vari istituti scolastici (tra i quali anche il Liceo Virgilio, che si è aggiunto lo scorso anno) ed effettuare regolari esami di fine anno.

sono stati 2.800 solo lo scorso anno, i bambini e i ragazzi ricoverati che hanno usufruito dei percorsi formativi di scuola elementare, media e superiore, mentre per i ragazzi più grandi è stato istituito – novità del 2014 – il Comitato degli adolescenti. Il gruppo si riunisce mensilmente con l’obiettivo di istaurare un canale di comunicazione diretto con i giovani pazienti, ascoltare il loro punto di vista sui vari aspetti dell’accoglienza e dell’assistenza, recepire i suggerimenti e migliorare la qualità della degenza.

L’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, punto di riferimento a livello internazionale per la ricerca scientifica e la cura di bambini e ragazzi assicura oltre 1.400.000 prestazioni ambulatoriali e circa 27.000 ricoveri l’anno, mentre il Dipartimento di Emergenza e Accettazione registra più di 72.000 visite annue. Infine, circa il 40% dei piccoli pazienti in cura al Bambino Gesù per le patologie più complesse proviene da fuori regione e dall’estero.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*