Il day hospital del Bambino Gesù per bambini con sindrome di down

All’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dal dicembre 2013 è stato attivato un percorso dedicato a bambini e ragazzi con la sindrome di down.  Un Day Hospital multispecialistico nella sede di San Paolo che prevede controlli e assistenza ogni mercoledì e giovedì della settimana.
La dottoressa Diletta Valentini, Dirigente Medico dell’UOC di Pediatria Generale e Malattie Infettive è la referente del progetto “Bambini e ragazzi down: crescere insieme” ed ha spiegato come funziona.

Tre novità fondamentali caratterizzano questo percorso:

- è dedicato interamente ed esclusivamente a bambini e ragazzi con la sindrome di down;

- l’organizzazione e il coordinamento delle valutazioni e delle visite, oltre  alla capacità di mettere d’accordo tutti gli specialisti di cui il paziente necessita, è affidata a un pediatra, che in questi casi svolge un ruolo di case manager, predisponendo il Day Hospital in base a controlli periodici che i piccoli pazienti devono fare e studiando i singoli casi per arricchire di volta in volta le visite con altri specialisti;

- l’équipe di specialisti rimane sempre la stessa durante l’intero percorso. In questo modo i medici diventano anche punti di riferimento per i piccoli pazienti e per le loro famiglie.

Grazie alla collaborazione con l’Unità di Progetto “Telemedicina” dell’Ospedale Bambino Gesù, è possibile controllare a distanza i parametri base del paziente come peso, frequenza cardiaca, saturazione tramite un apposito sistema di monitoraggio. In questo modo anche le famiglie, a seconda dell’entità della patologia, possono seguire il bambino da casa tramite tv e smartphone con programmi ad hoc.

Il servizio avviene in costante collaborazione con l’Associazione Italiana Persone Down, in particolar modo con la sezione Roma, con la quale l’Ospedale Bambino Gesù lavora a stretto contatto e si riunisce periodicamente per predisporre progetti comuni. L’Ospedale si occupa degli aspetti più connessi alla salute e ai suoi bilanci, mentre l’associazione cura gli aspetti psichiatrici e psicologici di tutta la famiglia, ponendosi a metà strada tra la struttura ospedaliera e il territorio.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*