Il grande aiuto di Enel Cuore per l’AstroTac del Bambino Gesù

Chi ben comincia è a metà dell’opera. Grazie all’aiuto di Enel e della sua Onlus “Enel Cuore” la Campagna “Ospedale senza dolore” ha raggiunto metà del suo obiettivo: 500mila euro che saranno utilizzati per l’acquisto dell’AstroTAC. Il macchinario di ultima generazione che, mentre esegue l’esame diagnostico, trasporta i piccoli pazienti in viaggio nello spazio, tra stelle e pianeti, riducendo così il ricorso all’anestesia e di contenere paura, ansia e stress nei bambini e nei loro genitori.

La nuova TAC è destinata alla sede del Bambino Gesù di Palidoro dove si sta allestendo lo spazio ad hoc che la ospiterà. Con la TAC multistrato è possibile visualizzare in maniera dettagliata non solo gli organi interni del corpo umano, ma anche le strutture vascolari in tempi molto ridotti: ad esempio scansioni di 16 cm di un torace di un lattante vengono eseguite in 0,35 secondi; in questo modo si limita il ricorso all’anestesia nei pazienti che non riescono a rimanere fermi per il tempo necessario ad eseguire questo tipo di esame.

«In occasione delle festività natalizie – dichiara Patrizia Grieco, Presidente Enel - abbiamo deciso di sostenere un progetto destinato ad alleviare le sofferenze dei bambini e a rafforzare il legame speciale tra Enel e l’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. Dopo la realizzazione del Reparto di Diabetologia, resa possibile grazie a Enel Cuore, siamo lieti di dare ancora una volta un contributo determinante, partecipando all’acquisto dell’AstroTAC che, grazie alle sue caratteristiche, allevierà il disturbo degli esami per i piccoli pazienti. Il nostro futuro passa attraverso i bambini di oggi; è quindi essenziale sostenerli sempre, soprattutto in un momento difficile come quello della malattia».

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*