Il vetro in cucina: è più sicuro per conservare e cuocere gli alimenti

Mangiare sano non significa solo preparare piatti salutari, ma scegliere prodotti controllati anche in base al metodo di conservazione. Il vetro è tra i contenitori più sicuri sia per cuocere che per conservare i cibi, essendo un materiale 100% naturale e inerte: un recente sondaggio condotto da InSites Consulting rivela che 8 genitori italiani su 10 preferiscono per i propri bambini cibi conservati in vetro e il 62% tra loro evita l’acquisto di alimenti in plastica o in altri materiali diversi dal vetro.

Questi contenitori possono essere usati in diversi modi in cucina, dalla cottura alla conservazione a temperature fredde, lasciando intatto il gusto ed il sapore degli ingredienti senza alterarli sia per alimenti confezionati che per quelli preparati in casa.

Il sondaggio, condotto su 11 paesi europei (tra cui anche Francia, Germania, Spagna e Regno Unito) sottolinea come gli intervistati considerino pericolose le interazioni di sostanze chimiche contenute nel packaging del prodotto, portandoli a scegliere il vetro soprattutto per la salute dei propri bambini, perché percepito come materiale da imballaggio “a prova di migrazioni pericolose” sia per il cibo che per le bevande.

Percezione condivisa e confermata da Giorgio Calabrese, nutrizionista e dietologo:Oggi il problema del packaging è molto sentito e sicuramente il vetro garantisce una corretta ed attenta conservazione degli alimenti per prevenire patologie e godere realmente dei benefici di un regime alimentare equilibrato e salubre. Il vetro risponde infatti alle istanze di igiene e sicurezza in quanto evita ogni problema di cessione quando contiene cibo e liquidi e questo sia ad alta che a bassa temperatura”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*