La dieta chetogena

La dieta chetogena classica si basa su un rapporto tra i nutrienti di 4:1, ovvero bisogna assumere 4 grammi di lipidi per 1 grammo tra proteine e carboidrati; se assicurare questo rapporto diventa troppo difficile, soprattutto nei bambini più grandi o negli adolescenti, il rapporto può essere ridotto a 3:1. 

La quota proteica, stabilita in base al fabbisogno giornaliero per età e peso ideale, viene raggiunta utilizzando quasi esclusivamente proteine di origine animale ad alto valore biologico per coprire i fabbisogni di aminoacidi essenziali.

I carboidrati sono drasticamente ridotti e la minima quota prevista nella dieta viene raggiunta con il consumo di verdure, piccole quantità di frutta oltre ai latticini. Occorre rispettare le quantità e ogni alimento, a base di carboidrati o proteine, deve essere sempre accompagnato da una quota ben definita di condimenti ad alto contenuto lipidico a scelta tra olio, burro, maionese, panna o mascarpone.

Ovviamente la dieta deve essere opportunamente integrata con uno o più multivitaminici e minerali, che consentano di soddisfare i fabbisogni raccomandati dai LARN (livelli di assunzione giornaliera in nutrienti raccomandati per la popolazione italiana) e perciò di prevenire o correggere inevitabili stati carenziali.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*