Latte materno, come conservarlo e in che modalità

Nel caso in cui se ne presenti la necessità, Il latte materno deve essere congelato utilizzando un contenitore di plastica sterilizzato e a chiusura ermetica. È importante contrassegnarlo con la data di spremitura in maniera tale da utilizzare prima quello più vecchio.

Per scongelarlo è necessario tenerlo in frigorifero, a temperatura ambiente o in acqua tiepida. Totalmente da evitare il ricorso al forno a microonde in quanto il latte si potrebbe riscaldare in maniera non omogenea correndo il rischio di ustionare la bocca del neonato.

Una volta scongelato il latte si potrà conservare in frigorifero a patto di utilizzarlo entro le prime 24 ore.

Per i diversi metodi di congelamento si può far riferimento alla durata temporale di conservazione:

fino a 3 giorni il latte va conservato nella parte più fredda del frigorifero ad una temperatura di 2-5 °C

per 1 settimana è bene porlo all’interno del comparto ghiaccio

fino a 3 mesi potete posizionarlo nel settore freezer con sportello autonomo

fino a 6 mesi inseritelo all’interno del congelatore

A causa del mancato mantenimento di temperatura costante di molti frigoriferi è preferibile usare il latte entro 3-5 giorni dalla spremitura altrimenti si renderà necessario il processo di congelamento.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*