L’innovazione tecnologica del Bambino Gesù al Wired Next Festival di Milano

Il nuovo cuore artificiale del Bambino Gesù al Wired Next Festival di Milano. Nell’ambito della manifestazione dedicata all’innovazione, l’Ospedale pediatrico mostrerà il nuovo prototipo della pompa che sostituisce il muscolo cardiaco.

Nel corso del’evento spazio anche a “Wake-up” (Wearable Ankle Knee Exoskeleton), il robot che aiuta a camminare i bambini con gravi danni neurologici. La velocità dell’innovazione tecnologica sanitaria, unita all’impegno per il reperimento delle risorse, ha reso possibile al Bambino Gesù l’avvio della sperimentazione clinica di un nuovo cuore  artificiale pediatrico di soli 40 grammi, completamente impiantabile, che viene inserito all’interno del ventricolo sinistro.

Da lì il sangue viene aspirato e diffuso in tutto il corpo attraverso l’aorta. Questo nuovo cuore permetterà ai piccoli pazienti di essere dimessi a casa e aspettare il trapianto nel loro ambiente familiare. In casi selettivi dove il trapianto cardiaco non è praticabile la scelta del cuore artificiale potrà essere anche definitiva.

“Wake-up”, invece, è un dispositivo all’avanguardia per la riabilitazione di articolazione di caviglia e ginocchio in bambini con danni neurologici causati da ictus o da paralisi cerebrale infantile. Il robot è stato sviluppato presso i laboratori del Bambino Gesù insieme al Dipartimento economia ed impresa dell’Università di Tuscia.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*