Lo sport per chi è affetto da Spina Bifida in due conferenze al Bambino Gesù

Lo sport è sempre più uno strumento importantissimo nel progetto riabilitativo delle persone con disabilità. Per questo motivo, l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dedica due incontri proprio a questo tema.

Il primo appuntamento è per sabato 29 settembre presso la sala “Il Castello dei Sogni” che si trova nella sede di Palidoro, (Via Aurelia 30° Km). Alle 10:00, prenderà il via la conferenza “Lo sport come strumento per l’autonomia: Spina Bifida e il progetto Ski-Tour”. In questa occasione verrà presentata la seconda edizione di questa iniziativa (il progetto Ski-Tour appunto), inaugurata nell’inverno scorso da ASBI Onlus (Associazione Spina Bifida Italiana) e dall’ospedale romano, che ha permesso ad alcuni ragazzi affetti da spina bifida di praticando lo sci-seduto.

La conferenza verrà replicata il 24 novembre presso la sede di Santa Marinella. La Spina Bifida, la lesione midollare congenita, ancor più di quella acquisita può teoricamente rappresentare un grosso ostacolo per la pratica sportiva: sia per le sue problematiche fisiche  ma anche psicologiche.

La lesione congenita, infatti, spesso rappresenta un ostacolo che ne impedisce l’inizio, anche per le tante ingiustificate paure dei genitori o dei medici stessi che non se la sentono di consigliare attività sportive considerate pericolose.

Durante questi incontri, invece, sarà possibile scoprire, attraverso le parole di chi ha già preso parte ad attività sportive (come gli Snow Camp o a competizioni agonistiche), quanto queste esperienze possano contribuire a migliorare la vita  quotidiana.

Lo sport, infatti, porta benessere fisico e psichico alla persona che lo pratica. E altrettanto importante è l’aspetto psico-sociale dell’attività sportiva legato alla condivisione dell’esperienza con gli altri, alla definizione di un ruolo e all’inserimento nel gruppo. Non per ultimo, al superamento dei limiti e alla consapevolezza delle proprie capacità in funzione della crescita e dello sviluppo dell’autonomia.

Gli incontri del 29 settembre e del 24 novembre sono aperti ai ragazzi con lesione midollare, alle loro famiglie, a medici, infermieri, terapisti, allenatori sportivi, e a chiunque si interessi di sport e disabilità. È consigliato registrarsi scrivendo a: urodinamica@opbg.net oppure contattando il numero: 06 6859.2518

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*