Microbiota intestinale, il ruolo all’interno dell’organismo umano

La parola “microbiota” racchiude le migliaia di miliardi di microbi che abitano principalmente nel nostro intestino. Alla luce delle ricerche scientifiche più recenti, esiste una correlazione molto stretta tra “dieta” e microbiota intestinale umano. Un’alimentazione variegata, integrata, può significativamente migliorare i profili di microbiota compromessi che vengono associati a patologie conclamate.

Inoltre la tensione emotiva può alterare la microflora intestinale e viceversa l’alterazione della flora batterica può favorire lo sviluppo di infiammazioni intestinali all’origine di importanti ripercussioni a carico del sistema nervoso. Infatti il collegamento tra cervello e intestino dipende in larga parte dagli ormoni dello stress, primo fra tutti il cortisolo, e alle catecolamine, sostanze come l’adrenalina e la noradrenalina. È per questo che la somministrazione di probiotici risulta in grado di ridurre l’ansia e innalzare la soglia del dolore.

Attraverso l’Istituto per la salute del Bambino e dell’Adolescente, l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù ha attivato una serie di iniziative per il controllo dell’ambiente complessivo nel quale il bambino cresce e si sviluppa. Le ricerche in questo settore stanno diventando strumenti fondamentali a livello di diagnosi e terapia, anche in materia di trapianto di microbiota in alcune malattie intestinali.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*