Partirà a dicembre la missione sanitaria del Bambino Gesù in Libano

Partirà dalla regione di Beeka a inizio dicembre la missione sanitaria lanciata dall’Ospedale Bambino Gesù e dal Pontificio Consiglio Cor Unum a favore dei piccoli siriani rifugiati in Libano.

Nel corso della presentazione, che si è svolta il 27 novembre, è stato reso noto che la durata iniziale dell’intervento sarà di tre mesi, prolungabili di altri tre.

Durante questo periodo verrà costituito un presidio medico composto da un pediatra e un infermiere pediatrico selezionato e formato in Libano, che agiranno sotto il coordinamento di un medico dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, che si recherà mensilmente sul posto. Il presidio avrà il compito di prendersi cura della salute dei bambini nei campi profughi.

L’Ospedale Pediatrico di proprietà della Santa Sede provvederà anche allo stipendio del personale sanitario coinvolto e alla cura della salute dei bambini in condizioni gravi attraverso partnership con gli ospedali locali pubblici e privati o presso il Bambino Gesù in Italia.

“Non potevamo restare insensibili di fronte ad una situazione grave e difficile come quella dei profughi siriani e in particolare dei bambini, costretti a fuggire dalle proprie case e dal proprio Paese – ha detto il presidente dell’Ospedale Pediatrico Giuseppe Profiti – Il Bambino Gesù non è solo una realtà sanitaria e scientifica di prestigio riconosciuta in Italia e all’estero, è anche e soprattutto l’ ‘Ospedale del Papa’, come viene spesso chiamato dalle famiglie. Nel 2014 celebreremo i 90 dalla donazione dell’Ospedale alla Santa Sede. Abbiamo deciso di rispondere per quanto nelle nostre possibilità all’appello del Santo Padre per la popolazione siriana. La cura dei “più deboli e indifesi” – primi tra tutti i bambini – è la nostra missione specifica, non solo in Italia. Il Bambino Gesù è presente con le proprie Attività Internazionali in 12 Paesi nel mondo”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*