Presentata oggi la campagna Ospedale senza dolore – VIDEO

La campagna Ospedale senza dolore è stata presentata oggi, con l’obiettivo di sensibilizzare e informare sul tema della sofferenza dei piccoli pazienti in ospedale. L’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, attraverso questo progetto, si propone l’obiettivo di raccogliere 1 milione di euro per l’acquisto di tecnologie diagnostiche di ultima generazione con le quali prevenire l’insorgenza del dolore, ridurre al minimo la sua percezione e contenere paura, ansia e stress sia nei piccoli pazienti che nelle famiglie.

Proprio le famiglie sono al centro di alcuni video della campagna, che si articolerà su stampa, radio e tv, con lE tagline “Quando un bambino si ammala, anche i genitori hanno bisogno di cure” e “Curiamo i bambini, abbiamo cura dei genitori”. 

Tra gli strumenti che la campagna si prefigge di acquistare c’è una nuova TAC, da installare nella sede di Palidoro, che rende possibile visualizzare in maniera dettagliata non solo gli organi interni del corpo umano, ma anche le strutture vascolari. Grazie alla velocità di acquisizione dei dati, inoltre, si riduce significativamente l’uso delle narcosi nei pazienti (soprattutto i bambini) che, presi dall’ansia o paura, non riescono a stare fermi compromettendo l’esito del controllo.

“L’aspetto che caratterizza l’approccio del Bambino Gesù – ha spiegato il presidente dell’Ospedale Giuseppe Profiti - non è solo la capacità di curare la malattia del bambino, ma di farsi carico del suo malessere, che diventa il malessere anche dei genitori e di chi gli sta vicino. Quando un bambino si ammala, nella famiglia si scatena un terremoto emotivo difficile da gestire. L’Ospedale ha il compito di alleviare per quanto possibile ansie e preoccupazioni, offrendo il meglio delle cure sul piano clinico e scientifico, ma anche ascolto, comprensione, aiuto e sostegno. Il progetto Ospedale senza dolore va esattamente in questa direzione”.

Il Bambino Gesù già nel 2010 ha istituito al suo interno il Comitato Ospedale Senza Dolore, composto da medici, infermieri e associazioni di familiari dei pazienti, insieme per mettere in atto tutte le iniziative volte a prevenire, alleviare e monitorare il dolore sia fisico che emotivo dei bambini, in un arco che va anche dopo l’operazione.

Ma le iniziative in questo campo non si esauriscono qua: dall’apertura delle sale operatorie alle famiglie dei piccoli pazienti alle tecniche di chirurgia mini invasiva, dalla sedazione cosciente (tramite protossido d’azoto) al prelievo “col sorriso”.

Per contribuire:

Chiamare il numero 06.68593120

Bonifico bancario Intestato a Fondazione Bambino Gesù Onlus

IBAN IT 88J 02008 05365 000400215758 Agenzia 61 Unicredit Banca di Roma

Conto corrente postale Intestato a Fondazione Bambino Gesù Onlus

n. 1000425874 – Causale: Progetto Ospedale senza dolore

Sul portale del progetto troverete tutte le informazioni necessarie.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*