Primo giorno di scuola, i consigli degli esperti del Bambino Gesù per vincere l’ansia

Per un bambino il primo giorno di scuola può essere causa d’ansia. La ripresa dell’attività didattica, infatti, può mettere a dura prova i ragazzi. Ecco i consigli degli esperti del Bambino Gesù per gestire questa situazione.

Affrontare il primo giorno in classe lontano dalla famiglia, oppure rientrare a scuola dopo le vacanze può creare non pochi problemi sotto l’aspetto dell’ansia. Ricominciare l’attività didattica dopo essere stati inattivi per lunghi periodi, in alcuni casi mette a dura prova tanto il bambino, o il ragazzo se si tratta di Scuola Secondaria, quanto i suoi genitori.  Nelle indicazioni degli esperti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, ecco come prevenire o gestire queste situazioni di panico.

“Il suggerimento rivolto alla famiglia – spiega la Dottoressa Simonetta Gentile, responsabile di Psicologia Clinica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – è quello di considerare l’ingresso a scuola come un momento evolutivo molto importante per la crescita personale del bambino, che lo aiuta a consolidare la sua individualità ed autonomia personale. Va tenuto anche presente che il bambino avverte le ansie in famiglia e quindi, a sua volta, può sentirsi insicuro. Senza troppe parole, ma con la vicinanza e la condivisione”.

In tal senso, dice la dottoressa Gentile, il primo giorno di scuola “sarà molto importante accompagnare il bambino in aula, così gli sarà presentato l’insegnante ed il nuovo ambiente”.  Lo stesso accorgimento, si legge sul portale dell’Ospedale, va adottato anche nell’incontro con gli altri suoi coetanei. Più graduale sarà il distacco e meno possibilità di sofferenza si potranno manifestare.

 

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*