Re-walk e Wake-up, i robot del Bambino Gesù in mostra al Rome Cup

Sfruttare tutte le possibilità della tecnologia per aiutare i bambini che non possono camminare. È da sempre questo l’obiettivo del Laboratorio di analisi del Movimento e Robotica (MarLab) della Neuroriabilitazione del Bambino Gesù.

I frutti di questo lavoro di ricerca sono stati esposti al Rome Cup 2014, la fiera della robotica che si è svolta a marzo nella Capitale e che ha ospitato i migliori progetti realizzati da cento scuole di 13 regioni italiane. Nello specifico il MarLab ha portato in esposizione il Re-Walk e il Wake Up (guarda il video).

Il primo è un esoscheletro pensato per ridare autonomia nel cammino a pazienti che hanno perso il controllo del bacino e degli arti inferiori. Il Wake-Up (Wearable Ankle Knee Exoskeleton), invece, è un tutore robotico attivo che permette la riabilitazione delle articolazioni della caviglia e del ginocchio, pensato per i bambini affetti da danni neurologici.

3 Risposta per ora

  1. [...] RomeCup 2014, invece, abbiamo visto i primi pass di Rewalk, l’esoscheletro per l’autonomia di cammino progettato per adulti che hanno perso il controllo [...]

  2. [...] RomeCup 2014 abbiamo visto i primi passi di Rewalk, l’esoscheletro per l’autonomia di cammino progettato per adulti che hanno perso il controllo [...]

  3. [...] Conferenza sarà anche l’occasione per mostrare a relatori e partecipanti i robot ReWalk e Lokomat, utilizzati al MARLab (il laboratorio di robotica e analisi del movimento dell’Ospedale [...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*