Rientrati in Cambogia i bambini operati al Centro cardiologico pediatrico del mediterraneo

Huan, Sovanna, Manin, Ramskey e Liza sono rientrati in Cambogia. I cinque bambini cardiopatici che erano stati operati presso il Centro Cardiologico Pediatrico del Mediterraneo – Bambino Gesù di Taormina hanno fatto ritorno nel loro paese. Grazie agli interventi a cui sono stati sottoposti nella struttura siciliana potranno continuare a vivere.

I piccoli erano stati selezionati tra i casi più gravi presso la sede del Bambino Gesù di Takeo (in Cambogia) poiché in grado di affrontare una trasferta così lunga e con buone possibilità di guarigione.

I cinque bambini, partiti ieri da Fiumicino, sono ancora sottopeso perché la cardiopatia ha impedito loro una normale crescita fisica. Dopo le cure ricevute nell’ospedale siciliano – scrive il portale del Bambino Gesù – hanno iniziato a recuperare quanto perso a causa dei loro problemi di salute. I delicati interventi di cardiologia e cardiochirurgia a cui si sono sottoposti, sono stati eseguiti da un’equipe di medici guidata dal professor Giacomo Pongiglione.

Il viaggio è stato reso possibile anche grazie all’accordo tra Bambino Gesù e Thai Airways dello scorso dicembre. Huan, Sovanna, Manin, Ramskey e Liza saranno adesso seguiti presso il Centro Clinico Chirurgico di Takeo, dove, a partire dal 2006, sono stati curati 15 mila bambini.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*