Salpati da Gaeta i ragazzi di “Epilessia fuori dall’ombra”

Sono salpati il 1° luglio i ragazzi di “Epilessia fuori dall’ombra”: 12 adolescenti affetti da epilessia che trascorreranno cinque giorni in mare aperto. Il viaggio è un progetto congiunto dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù in collaborazione con Lice (Lega Italiana Contro l’Epilessia), che quest’anno vede un’importante novità: al gruppo dei ragazzi che hanno partecipato al viaggio nel 2013 si sono aggiunti due coetanei maltesi. Il brigantino, che nel 2013 navigò da Livorno a La Spezia, quest’anno attraverserà i mari del centro-sud: salpato da Gaeta martedì 1° luglio è atteso nel porto di Napoli sabato 5 luglio. Tappe previste a Capri, Ischia e Sorrento.

L’epilessia è una malattia solo di recente accettata come patologia di natura neurologica e non mentale, su cui ancora oggi purtroppo pesano pregiudizi infondati. Colpisce circa l’1% della popolazione e si manifesta in forme diverse; in oltre il 60% dei casi esordisce in età pediatrica.

L’avventura di “Epilessia fuori dall’ombra” è una delle tre iniziative del programma di Nave Italia, pensato dal Bambino Gesù per regalare un’occasione di spensieratezza e divertimento ai pazienti dell’Ospedale Pediatrico. Realizzata in collaborazione con la Fondazione Tender to Nave Italia Onlus, ha già visto salpare per il Mediterraneo un piccolo gruppo di bambini affetti da tumori solidi e malattie ematologiche o guariti dopo un trapianto di midollo osseo, e di adolescenti con Disturbo dello Spettro Autistico ad alto funzionamento cognitivo.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*