Sport nell’infanzia, i controlli da effettuare per la salute del bambino

Lo sport è di fondamentale importanza per la crescita di un bambino poiché non solo ne favorisce lo sviluppo fisico ma contribuisce anche alla crescita delle sue doti intellettive e relazionali.

È bene ricordare che in linea di massima un giovane con cuore perfettamente sano, accertato da visita cardiologica approfondita, non  corre alcun rischio.

Il pericolo di episodi che nella fase più acuta possono culminare con l‘arresto cardiovascolare, possono riguardare pazienti con condizioni cardiache pregresse non accertate. Per questo motivo è fondamentale, secondo gli esperti del Bambino Gesù, cominciare ad eseguire tutti i controlli diagnostici il prima possibile.

Il primo elettrocardiogramma va effettuato entro il primo anno di vita del bambino. Un controllo successivo si rende invece necessario tra i 3 e i 5 anni. A seguire sarà sufficiente un check-up annuale a cui dovranno sottoporsi anche quelli che giocano a livello non agonistico. Bambini portatori di pacemaker non potranno invece praticare attività sportiva da contatto, come rugby o arti marziali.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*