Un calcio alla malattia

Qualità della vita e assistenza a 360 gradi. Questo il cuore del progetto avviato dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e Kids Kicking Cancer (associazione no profit nata negli Stati Uniti nel 1999).

All’interno di un ambiente sicuro e controllato come quello dell’ospedale, supportati dai professionisti del Bambino Gesù, gli istruttori di Kids Kicking Cancer affiancano i piccoli pazienti sia nella degenza che nella riabilitazione extra-ospedaliera, promuovendo lezioni e corsi pratici per allenare il corpo e la mente, attraverso l’insegnamento di semplici tecniche di arti marziali.

L’ospedale romano è la prima struttura in Europa ad aver aderito. Il progetto è stato inaugurato quest’anno, con 15 bambini del reparto di onco-ematologia. L’iniziativa si sta allargando anche ai piccoli affetti da fibrosi cistica e da altre patologie croniche. Lo scopo è quello di integrare quanto quotidianamente viene fatto in ospedale per rendere l’esperienza del ricovero, l’approccio alle terapie e il supporto umano ai piccoli pazienti e alle loro famiglie il migliore possibile.

“L’eliminazione del dolore da tutte le procedure assistenziali che coinvolgono i bambini rappresenta uno standard proprio dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – sottolinea il Direttore Sanitario Massimiliano Raponi – e sul fronte dell’accoglienza e del miglioramento della qualità della vita dei nostri piccoli pazienti siamo quotidianamente impegnati a trovare nuove opportunità di miglioramento”.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*