Un premio all’eccellenza del Bambino Gesù

Sabato 6 luglio l’Ospedale Bambino Gesù riceverà il “Follaro d’Oro”. Il premio, che da 7 anni viene consegnato a persone o enti “campioni nello sport e nella vita”, quest’anno va all’Ente pediatrico romano perché si è contraddistinto come polo di eccellenza sanitaria e morale nel territorio nazionale.

Il riconoscimento viene assegnato nell’ambito delle “Grandi Vele”, raduno per scafi antichi organizzato a Gaeta dal 4 al 7 luglio dalla sezione cittadina della Lega Navale Italiana, Club Nautico Gaeta e Yacht Club Gaeta. L’evento è inoltre patrocinato dalla Marina Militare Italiana, del Comune di Gaeta, dell’Associazione Medaglie Olimpiche al Valore Atletico (Amova) e dell’Associazione Yacht e Derive d’Epoca (Ayde).

“Il conferimento all’Ospedale Bambino Gesù di un riconoscimento così prestigioso e significativo per la città di Gaeta (Il Follaro d’Oro) ci riempie di orgoglio, soddisfazione e soprattutto gratitudine verso i promotori dell’iniziativa – ha dichiarato Massimiliano Raponi, direttore sanitario dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù –. Il valore morale di questo premio riconosce il lavoro svolto quotidianamente dai nostri medici e i nostri infermieri, gli specialisti e i ricercatori, nella cura e nell’accoglienza dei piccoli pazienti che ogni giorni arrivano al Bambino Gesù da tutta Italia”.

Tutti i partecipanti alla manifestazione, circa 20 con oltre 2 secoli di navigazioni alle spalle, si sfideranno in una competizione. Per l’occasione, gareggeranno con i loghi dell’ospedale  e della onlus “Peter Pan” sulle fiancate.

“Nelle precedenti edizioni abbiamo premiato olimpionici che si sono distinti nelle gare e nella vita – spiega l’ideatore di “Grandi Vele” Giacomo Bonelli, medico di professione e presidente della LNI sezione di Gaeta – La scelta di consegnare il Follaro d’Oro a un ospedale come il “Bambino Gesù” nasce dalla nostra ammirazione per l’operato di questa struttura negli anni, che abbina l’eccellenza in campo medico alle qualità morali”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*