Una bambina di 11 mesi salvata grazie ad un cuore arrivato via web

I medici dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù hanno salvato la vita di una bambina di 11 mesi, eseguendo un delicato trapianto di cuore. La piccola versava in condizioni gravissime ed era in lista d’attesa dallo scorso aprile. Il 6 agosto si è reso disponibile un cuore a Praga. L’organo è stato trasportato d’urgenza nella struttura romana dove la bimba è stata operata. Le sue condizioni, anche se i medici non hanno ancora sciolto la prognosi, sono incoraggianti. L’intervento si è reso possibile grazie all’ottimo funzionamento del progetto Coorenor, un network che collega vari Paesi europei. L’iniziativa permette agli Stati aderenti di segnalare, in tempo reale e via web, la presenza di organi disponibili e di scambiarli tra loro.

Se la piccola è salva, però, è merito anche del personale del Bambino Gesù, l’unico Centro in Europa che dispone di un’offerta trapiantologica a 360 gradi (organi, tessuti e cellule). Le capacità di innovazione dei medici e dei ricercatori, poco tempo fa, avevano reso possibile anche l’impianto di un cuore artificiale permanente (primo caso al modo) in un ragazzo di 15 anni.

La notizia è stata riportata anche dal Corriere.it:

http://www.corriere.it/salute/cardiologia/12_agosto_09/bambina-trapianto-cuore-praga-internet_504c2418-e1ee-11e1-81e3-b1fe4cfc8e55.shtml

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*