Una mostra fotografica per i 35 anni del Bambino Gesù di Palidoro

Compie 35 anni l’ospedale dei bambini donato da Paolo VI. Una mostra fotografica ripercorre “i primi passi verso l’eccellenza” del Bambino Gesù di Palidoro. Attraverso 78 immagini i visitatori potranno osservare l’evoluzione dei reparti, a partire dal 1978, anno di inizio delle “attività per la cura e l’assistenza dell’infanzia”.

La struttura nacque grazie al gesto di Papa Paolo VI che ha affidato all’Ospedale Pediatrico la gestione delle attività che precedentemente erano dedicate alla cura degli esiti della poliomielite, malattia molto frequente nella prima metà del secolo scorso. Nel 1978, la diffusione ormai capillare del vaccino sintetizzato da Albert Sabin, aveva per fortuna reso inutili i servizi del presidio di Fiumicino. L’ospedale poteva però, adeguandosi alle mutate esigenze sanitarie, proseguire l’attività di assistenza e cura dei piccoli pazienti “con particolare riguardo verso i soggetti affetti da deformità vertebrali” (Delibera del Commissario Unico dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù n. 518 del 15 novembre 1978).

In quegli anni in Vaticano si diceva: “Palidoro può rappresentare lo sviluppo del Bambino Gesù e, se è un segno della provvidenza, lo vedremo” riferisce Enzo Colajacomo, Segretario Generale dell’Ospedale pediatrico fino al 1995.

“Il passaggio di consegne”, ricorda Marcello Sacchetti, presidente del Bambino Gesù dal 1978 al 1992, “fu un’operazione faticosa, complessa, che è costata enormi sacrifici, ma che ci ha regalato una delle soddisfazioni più grandi. Palidoro, 35 anni dopo, testimonia che quei sacrifici sono valsi a qualcosa”.

L’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Palidoro oggi si rivolge a un bacino di utenza molto vasto ed è in grado di trattare un gran numero di patologie diverse di ambito audiologico (impianti cocleari e protesi), oculistico (il trapianto di cornea, cura del retinoblastoma), ortopedico (neuroortopedia), robotico (neuroriabilitazione); chirurgia dell’obesità; Sincope Unit e aritmologia.

I servizi sono erogati tramite 116 posti letto per ricoveri ordinari o in day surgery. Altri 50 pazienti possono ricevere terapie riabilitative. Un insieme di strumenti che ogni anno garantisce 6.500 ricoveri ordinari, 25.000 day hospital (compresa riabilitazione), 3.200 ricoveri di day surgery, 15.500 giornate di riabilitazione, circa 500.000 prestazioni ambulatoriali e 18.000 accessi in Pronto Soccorso all’anno. Il 17% dei bambini assistiti a Palidoro proviene da fuori Regione. Il 58% dei pazienti laziali proviene da fuori Roma, dal territorio del litorale e dalle altre province del Lazio.

Le fotografie che compongono la mostra sono state montate su pannelli ed esposte all’interno di una tensostruttura appositamente realizzata per l’inaugurazione del nuovo parco giochi “Salvo D’Acquisto”. Successivamente le immagini saranno esposte in maniera stabile all’interno dell’ospedale.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*